Imprese 4.0, caccia al «tesoretto»

11 Aprile 2018

Scuola S. Anna di Pisa e Confindustria alleate per il bando milionario

QN - La scuola superiore Sant'Anna di Pisa chiama a raccolta le imprese toscane. L'obiettivo è quello di realizzare un centro ad alta specializzazione nelle tecnologie 4.0. Il progetto è stato presentato ieri a Firenze nella sede di Confindustria. «Non è un progetto per l'università - ha tenuto a sottolineare Paolo Dario, dell'istituto di biorobotica della Scuola Sant'Anna di Pisa ma per le imprese. Tutti insieme possiamo partecipare al bando nazionale e vincerlo». Il ministero dello Sviluppo Economico ha infatti messo a disposizione 40 milioni di euro per i 'competence center', ma la concorrenza è forte. Sono 11 i progetti che saranno presentati a livello nazionale, solo sei saranno scelti. La scuola Sant'Anna ha pubblicato un avviso di procedura di evidenza pubblica, in scadenza il 30 aprile, per la selezione delle imprese interessate a diventare partner privati del progetto. Il competence center avrà la forma del partenariato pubblico-privato, con lo scopo di promuovere e realizzare progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione su tecnologie avanzate, nel quadro degli interventi connessi al piano nazionale Industria 4.0. Per la costituzione e l'avviamento del centro ad alta specializzazione è previsto un finanziamento pari alla misura del 50 per cento delle spese sostenute, per un importo complessivo non superiore a 7,5 milioni di euro. Partecipare al progetto è un beneficio per le imprese, visto che una quota parte delle risorse che arriveranno dal Mise saranno utilizzate per bandi che andranno a finanziare progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

I competence center offriranno alle imprese anche una serie di attività, in particolare orientamento e formazione, alcune realizzate in collaborazione con il Digital Innovation Hub Toscana di Confindustria, che già ha messo in campo una serie di interventi che anticipano in qualche modo quanto sarà fatto, se realizzato, nel centro ad alta specializzazione.

«Abbiamo un team di persone che girano per le aziende - spiega il presidente di Digital Innovation Hub Toscana, Fabrizio Bernini con l'obiettivo di diffondere la cultura della digitalizzazione nelle imprese. È fondamentale che gli imprenditori credano nella digitalizzazione, che, con la costituzione del competence center, consentirà loro di progettare e produrre con la tecnologia 4.0».

Tante le grandi imprese che sono entrate da tempo nella quarta rivoluzione industriale: Leone, Nuovo Pignone, Gkn, Powersoft, Carapelli, Fonderie Palmieri, per citarne alcune. Ma sta ora soprattutto alle piccole e medie imprese toscane, con l'aiuto di istituzioni e associazioni di categoria, svoltare. Tra gli appuntamenti da non perdere, il Google Digital Training, attività gratuite dedicate proprio alle pmi. Tappa toscana il 18 e il 19 aprile prossimi presso la sede della Camera di commercio di Firenze. Previsti un corso di formazione per sviluppare un'efficace presenza online e utilizzare gli strumenti di promozione digitale e il servizio di Digital check-up.

di Monica Pieraccini