Boccia: includere i giovani per aziende più competitive

14 Settembre 2017

Le vie della ripresa.

Il Sole 24 Ore - I giovani come priorità, insieme al tema della detassazione dei premi di produttività. Con risorse limitate a disposizione, Vincenzo Boccia esorta il governo a fare scelte selettive nella prossima legge di bilancio: «Non abbiamo grandi aspettative, ma si può lavorare». Sui giovani, innanzitutto: «Il governo ha in mente proposte più strutturali di medio termine, per noi occorre una misura shock nel presente», ha detto il presidente di Confindustria parlando ad un Forum all'Agenzia Ansa. Si unirebbero più effetti: dare valore al lavoro, ha spiegato Boccia, permettere ai ragazzi un progetto di vita e quindi incrementare la domanda, rendere le aziende più competitive, sia dal punto di vista dei costi che delle competenze: «sarebbe un passo avanti su Industria 4.0».

Altra priorità è la detassazione dei premi di produttività. «Siamo nell'area euro, non c'è la svalutazione. Quindi bisogna aumentare la produttività per essere più competitivi, è una questione di sopravvivenza del sistema industriale italiano», ha detto Boccia, che ha condiviso l'affermazione del presidente della Bce, Mario Draghi, quando sollecita un aumento dei salari: «è nell'interesse di tutti, si spinge la domanda. Ma bisogna attivare lo scambio salari-produttività, dialogando anche con il sindacato, nell'interesse del Paese, dei lavoratori e delle imprese». con il metodo della «collaborazione per la competitività».

Oggi il Centro Studi Confindustria presenterà le previsioni sulla crescita. Alla domanda se ci sarà un miglioramento Boccia ha risposto: «i numeri li vedremo domani (oggi, ndr), l'aspettativa è sì». I segnali sono positivi, ma non c'è ancora per Boccia una ripresa strutturale. «Non possiamo consentirci errori, nè per la legge di bilancio, nè per un piano di legislatura a medio termine», si rischierebbe di fare «non uno ma tre passi indietro e una volta persi pezzi di industria è difficile recuperare». Proprio in una fase in cui altri paesi stanno mettendo l'industria al centro: «Trump parla di First America, la Merkel in campagna elettorale parla di produzione, Macron punta a far diventare la Francia il secondo paese industriale d'Europa. Noi siamo un paese industriale, il secondo nella Ue, non dobbiamo arretrare. La questione industriale deve essere una grande questione nazionale». In vista della campagna elettorale «si evitino questioni solo tattiche e si entri nel merito dei programmi e della politica economica».

La sollecitazione di Boccia è che non vengano depotenziati strumenti che hanno funzionato come Industria 4.0: «Significherebbe depotenziare gli effetti che hanno determinato sull'economia reale». E occorre il piano di inclusione shock per i giovani, per ridurre le disparità. Alla domanda che clima c'è con il governo, la risposta è stata «di reciproco rispetto. Ci sono posizioni diverse, ma rispettiamo il primato della politica. Il nostro obiettivo è fare proposte che possano avere effetti sull'economia reale. Dobbiamo comunque dare atto che gli effetti sull'economia reale sono dovuti alla capacità di reazione delle imprese ma anche alle scelte di politica economica di questo governo e di quello precedente».

Ci sono anche elementi che non riguardano la legge di bilancio e che «sono sottovalutati», come «gli investimenti pubblici che non si riescono a fare e che aumentano la produttività del paese». Su molti argomenti Boccia ha sottolineato il confronto con il sindacato: è quel patto per la fabbrica che si è avviato e che sta proseguendo in fase tecnica: «Si passerà a una fase politica e vedremo se c'è la volontà di arrivare ad un accordo». Ha insistito anche sul dialogo con le altre Confindustrie di Francia e Germania, già avviato, per rilanciare in Europa la questione industriale: «La competizione è tra Ue e il resto del mondo, non tra paesi europei». E riferendosi alla vicenda Fincantieri-Stx ha aggiunto occorre creare «un grande campione europeo» auspicando «un quadro regolamentare Ue».

di Nicoletta Picchio

 

INVIA AD UN AMICO
Agenda
« Ottobre 2017 »
LunMarMerGioVenSabDom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
I prossimi appuntamenti
Ultime notizie