Attività

Pagina 1 di 7
21 Novembre 2016

Piccole e medie imprese ambasciatrici della formazione on the job.


7 Novembre 2016

Tutti in azienda l'11 novembre per la settima edizione del PMI DAY: saranno 40.000 i partecipanti alle visite organizzate nelle oltre 950 imprese che hanno aderito all'iniziativa che Piccola Industria promuove in collaborazione con 70 Associazioni del Sistema Confindustria.


4 Dicembre 2015

 

 

 

 

Giuseppe Ponzi, laurea in Ingegneria Elettronica, è Amministratore Unico dell’azienda fiorentina Project S.r.l e si occupa di Information Technology nel settore dei sistemi documentali da più di trenta anni.

 

 

FIRENZE, 4 dicembre ‘15 - Giuseppe Ponzi è stato confermato alla guida del Comitato regionale della Piccola Industria di Confindustria Toscana, resterà in carica per il biennio 2015-2017. Non è la sola riconferma, arrivata in questi giorni, per l'imprenditore fiorentino Ponzi, che è stato anche eletto vicepresidente con delega alla Finanza Strategica, nella squadra di presidenza della Piccola Industria nazionale.  
 
Giuseppe Ponzi, laurea in Ingegneria Elettronica, è Amministratore Unico dell’azienda fiorentina Project S.r.l e si occupa di Information Technology nel settore dei sistemi documentali da più di trenta anni.
 

 


Formazione e valorizzazione del capitale umano sono le leve per fare della "fabbrica" Italia un leader europeo

1 Dicembre 2015

 
Il Consiglio Centrale di Piccola Industria ha confermato alla presidenza, per il secondo mandato, Alberto Baban. Baban resterà in carica per il biennio 2015-2017, mantenendo di diritto la carica di vicepresidente di Confindustria. Nel corso della riunione il Consiglio Centrale ha eletto anche la nuova squadra dei vicepresidenti composta da: Rosario Amarù, vicepresidente per Cultura d'Impresa e Legalità; Alvise Biffi, vicepresidente per Re-startup; Massimo Cavazza, vicepresidente per Cooperazione e Integrazione tra territori; Diego Mingarelli, vicepresidente per Internazionalizzazione e Rapporti Ue; Giuseppe Ponzi, vicepresidente per Finanza Strategica; Giorgio Possio, vicepresidente per Innovazione Organizzativa e Gestionale; Bruno Scuotto, vicepresidente per Education e Formazione; Gianluigi Viscardi, vicepresidente per l'Innovazione e Stefano Zapponini, vicepresidente per Cultura d'Impresa e Rapporti Ue.

Il presidente Baban ha, inoltre, affidato alcune deleghe specifiche a componenti del Consiglio Centrale: a Paolo Bastianello l'Internazionalizzazione; a Maria Cristina Bertellini il Welfare aziendale; ad Aldo Ferrara i Rapporti con gli Ordini professionali e Federconfidi e il Coordinamento del nuovo Comitato Scientifico Consultivo di Piccola Industria; a Salvatore Giordano l'Attuazione del nuovo Regolamento PI sui territori; a Vito Ruggieri Fazzi, il Turismo e i Beni culturali e a Simonetta Monica Talmelli, i Rapporti sindacali.

Confermato il Comitato di Direzione della rivista di PI L'Imprenditore, alla cui guida resta Carlo Robiglio.

Alberto Baban, al termine della riunione, ha ringraziato il Consiglio Centrale per la fiducia rinnovata: "Siamo cresciuti insieme in questi primi due anni di mandato - ha detto il presidente - e abbiamo ancora molta strada da fare insieme. Tutte le economie sono in forte e radicale trasformazione: l'obiettivo che ci siamo posti è quello di contribuire alla modernizzazione del nostro Sistema Paese anche attraverso una crescita culturale delle nostre PMI. Formazione e attenzione alla valorizzazione del capitale umano sono le leve per fare della "fabbrica" Italia un leader europeo. Da parte nostra c'è grande volontà ed entusiasmo e siamo convinti che insieme possiamo contribuire a costruire un futuro migliore da consegnare alle prossime generazioni. Il nostro impegno - ha concluso Baban - parte dalla convinzione che non rappresentiamo piccoli imprenditori, ma capitani coraggiosi che sfidano tante complessità per fare grandi imprese".

*************************

Alberto Baban, classe 1966, è Presidente del Gruppo Tapì, impresa fondata nel 1998 e specializzata nella produzione di tappi sintetici brevettati per vino e liquori, che oggi ha 5 siti produttivi tra Italia, Messico e Argentina e una presenza commerciale in oltre 60 paesi. Baban è anche presidente e socio fondatore di Venetwork SpA, società per azioni con capitali privati di cui fanno parte 50 imprenditori veneti, che ha come obiettivo la promozione della cultura d'impresa attraverso il finanziamento e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali ad alto potenziale. 


3 Dicembre 2013


Si è parlato di giustizia civile come nodo strategico per migliorare la vita quotidiana delle imprese alla tavola rotonda organizzata da UDAI - Unione degli Avvocati d’Italia.Tra i relatori anche il Presidente della Piccola Industria, Giuseppe Ponzi.
 


28 Novembre 2013

 Alberto Baban è il nuovo Presidente della Piccola Industria di Confindustria per il biennio 2013-2015: come tale, entra di diritto nella squadra del Presidente Giorgio Squinzi in qualità di Vicepresidente di Confindustria.
Baban è stato eletto oggi nel corso della riunione del Consiglio Centrale Piccola Industria che si è svolta a Roma: “È per me un grande onore raccogliere il testimone di Vincenzo Boccia, al quale va il merito di aver rafforzato lo spirito di squadra e di appartenenza di tutti i rappresentanti di Piccola Industria”, ha commentato appena eletto.
“Il nostro primo obiettivo deve essere quello di rimettere al centro del dibattito e delle politiche di sviluppo l'industria. Da neo Presidente della piccola impresa, ho subito una raccomandazione da rivolgere al Governo: se vogliamo davvero risollevare questo Paese servono interventi seri e uguali per tutti: non possiamo accettare politiche di privilegio, come è successo ieri con la vicenda Imu”, ha sottolineato Baban.
“Oggi Piccola Industria è ancora più consapevole del ruolo che ha sia in ambito associativo sia nel contesto economico e sociale del Paese – ha spiegato nel corso del suo intervento al Consiglio Centrale – la piccola impresa ha salde radici nella tradizione, un carattere distintivo che deve però diventare la base per sperimentare e raggiungere obiettivi al passo con i tempi: la nostra struttura produttiva è per la gran parte fatta di piccole e medie realtà che, crescendo, sapranno dare nuovo, forte impulso allo sviluppo del Paese. Internazionalizzazione e innovazione devono essere le parole d’ordine: nella gestione aziendale, nella cultura manageriale e d’impresa, nell’approccio ai mercati”, ha concluso Baban.
46 anni, imprenditore di prima generazione, Alberto Baban dal 2010 ad oggi ha guidato la Piccola Industria di Confindustria Veneto, dove ha ricoperto anche il ruolo di Vicepresidente con delega a ricerca e innovazione e alle politiche industriali.
Presidente del Gruppo Tapì, impresa fondata con un socio nel 1998 e specializzata nella produzione di tappi sintetici brevettati per vino e liquori, ha visto crescere la sua azienda che conta oggi 5 siti produttivi tra Italia, Messico e Argentina, una presenza commerciale in oltre 60 nazioni e un fatturato che nel 2012 è stato pari a 22 milioni di euro.
Baban è anche presidente e socio fondatore di Venetwork SpA, società per azioni con capitali privati di cui fanno parte 47 imprenditori veneti, che ha come obiettivo la promozione della cultura d’impresa attraverso il finanziamento e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali ad alto potenziale che generino valore aggiunto per il territorio in termini economici, professionali e culturali.